+390542696453 info@energykey.it

La caratterizzazione ambientale dei siti contaminati è un passaggio preliminare fondamentale per procedere con un successivo intervento di progettazione e bonifica ambientale dei luoghi. L’intera attività è regolamentata da una normativa, il DL N°4 del 16 gennaio 2008 in vigore dal 13 giugno 2008 (compiutamente dal Titolo V Parte IV), che apporta notevoli modifiche al DL 152/2006 in materia ambientale.
Questa procedura è essenziale al fine di mettere in sicurezza un territorio per poi poter eseguire lavori come, ad esempio, la riqualificazione delle aree industriale. Vediamo ora in cosa consiste e come fare per ottenere un’analisi impeccabile.

Elementi importanti per una valutazione corretta del suolo

Il Piano di Caratterizzazione si propone di individuare tutte le caratteristiche di un luogo, determinando il livello di contaminazione di tutte le componenti ambientali: suolo, acque sotterranee e superficiali, nonché di stilare il modello concettuale utile a schematizzare modalità ed entità dell’esposizione al rischio sanitario sia per gli esseri umani, sia per l’ambiente stesso.

La procedura prevede la ricostruzione della storia del sito, rilevando le attività svolte su quel terreno in precedenza, se ci siano stati incidenti, se vi siano stati interrati materiali pericolosi e la presenza di tubature o serbatoi interrati. Per redigere un’analisi meticolosa e corretta è necessario procurarsi tutta la documentazione in possesso della pubblica amministrazione e dei proprietari del terreno.

Con questo materiale, comprensivo di analisi storica e documentale del luogo, si stilerà il Piano di Investigazione Iniziale che dovrà essere approvato dagli Enti di competenza e che apre la strada alle successive indagini da svolgere per analizzare il livello di compromissione delle matrici ambientali.

Analisi da produrre per la corretta caratterizzazione dei siti contaminati

Per poter analizzare un sito in modo adeguato, è fondamentale prelevare e studiare dei campioni prelevati dalle matrici ambientali. È quindi necessario ricostruire lo stato del suolo e del sottosuolo per mezzo di materiale che, opportunamente raccolto, verrà analizzato chimicamente.
A questo punto si possono compiere diverse operazioni che dipendono dalle caratteristiche del sito che verranno rilevate. Nello specifico, si dovrà scegliere:

  • quali composti cercare
  • i punti di campionamento. Si può optare per diversi metodi di raccolta, da quello casuale a quello più sistematico in base agli elementi a disposizione
  • le diverse profondità alle quali prelevare i campioni. La contaminazione, infatti, può variare significativamente in base alla profondità del suolo e del sottosuolo, è importante avere un ventaglio di stratificazioni diverse
  • quale metodologia di perforazione o scavo utilizzare in base alla natura dei terreni.

Campionamento delle matrici ambientali

Il campionamento delle diverse matrici ambientali viene svolto da tecnici incaricati nel rispetto di quanto previsto dalla legge. Lo staff di Energy Key ha tutte le competenze e le qualifiche necessarie per compiere queste verifiche e operazioni che sono fondamentali prima di installare qualsiasi impianto geotermico o pompa di calore.
In base alle componenti rilevate, la caratterizzazione ambientale dovrà essere più o meno restrittiva in modo proporzionale alla presenza di elementi altamente inquinanti o tossici.

A seguito degli esiti derivanti dal piano di caratterizzazione sarà quindi possibile effettuare un’analisi di rischio sito specifica che possa simulare il grado di rischio a cui sono esposti i bersagli (uomo compreso) e quindi valutare la necessità di attuare un progetto di bonifica ambientale.

Grazie a professionisti autorizzati, è possibile effettuare un’eventuale bonifica del sito contaminato prima di procedere con qualunque installazione. Si tratta quindi di un passaggio fondamentale che non va sottovalutato. EnergyKey fornisce, tramite i professionisti che compongono il proprio staff, un servizio di consulenza completo basato sulle numerose esperienze effettuate nel campo ambientale.